"Scorzè città dell'acqua e degli ortaggi, al centro delle tre province di Venezia, Treviso e Padova"

Dal 20 al 30 Luglio 2018

39° Festa del Pomodoro

Dal 20 al 30 Luglio 2018
Cappella di Scorzè

VENERDÌ 20 LUGLIO
Ore 18.45 Marcia dei pomodorini
Ore 19.00 Marcia dei pomodori
Ore 19.00 Apertura cucina e pizzeria
Ore 21.00 Apertura Pesca di beneficenza
Ore 21.00 Orchestra Renato e gli Amici


SABATO 21 LUGLIO
Ore 16.00 22^ torneo di calcio a 5
Ore 19.00 Apertura cucina e pizzeria
Ore 20.30 Esibizione Noi Sport Cappella.
saggio di ginnastica artistica Hip Hop e Zumba
Ore 22.00 Keller Band


DOMENICA 22 LUGLIO
Ore 09.00 Sfilata trattori
Ore 10.00 Banda Aurelia e Majorette di Loreggia
Ore 11.00 Inaugurazione Festa e Mostra ortofrutticola
con vendita diretta
Ore 12.00 Apertura cucina
Ore 17.00 Esibizione sportiva trattorini 3B DREAM RACING
Ore 21.00 Orchestra Mauro e i Boomerang


LUNEDì 23 LUGLIO
Ore 19.00 Apertura cucina e pizzeria
Ore 21.00 Stage gratuito di bachata
Ore 21.00 Presentazione squadra NOI OSG Cappella
Ore 22.00 Serata latina con DJ Rino Vendemmiati

MERCOLEDì 25 LUGLIO
Ore 21.00 TUTA ‘NA CAPEA


VENERDì 27 LUGLIO
Ore 19.00 Apertura cucina e pizzeria
Ore 20.00 3^gara di scopa all’asso
in memoria di Massimo Michielan
Ore 21.00 Orchestra Stereo B


SABATO 28 LUGLIO
Ore 19.00 Apertura cucina e pizzeria
Ore 20.45 Dimostrazione tiro alla fune
Ore 21.00 Orchestra Enrico Marchiante


DOMENICA 29 LUGLIO
Ore 10.00 8^ motoincontro
Ore 12.00 Apertura cucina
Ore 16.30 Ritrovo e partenza
Passeggiando per Cappella
Ore 19.00 Apertura cucina e pizzeria
Ore 19.30 Spettacolo di ballo
con l’ADS Elena Danze
Ore 21.00 Orchestra Alice e i Diapason


LUNEDì 30 LUGLIO
Ore 19.00 Apertura cucina e pizzeria
Ore 21.00 Orchestra I SABIA
Ore 00.00 Spettacolo pirotecnico

 

Allegati:
Scarica questo file (FestaDelPomodoro_Programma2018.pdf)Programma Completo PDF[ ]2042 kB

36^ FESTA DEL POMODORO

24 Luglio 3 Agosto 2015 Cappella di Scorzè

 

Passione ed entusiasmo

Trasformare un’idea in realtà: ecco la missione che la Pro Loco di Scorzè porta avanti da decenni. Grazie ad una forte dedizione festeggiamo i nostri raccolti e promuoviamo i gioielli del nostro territorio, come in occasione della 36° Festa del Pomodoro di Cappella.

Il merito dei risultati raggiunti va ai volontari che lavorano dietro le quinte senza perdere di vista l’obbiettivo, agli inserzionisti, alle aziende che credono nel nostro lavoro e contribuiscono a migliorarlo, ma soprattutto il merito è delle migliaia di visitatori che accorrono alle nostre feste gratificandoci dei nostri sforzi e contribuendo loro stessi alla diffusione dei messaggi che trasmettiamo con le nostre feste, da quella dell’Asparago, del Biso De.Co, passando per il Pomodoro fino al Radicchio  IGP. Tutte manifestazioni che quest’anno, in occasione dell’Expo 2015, abbiamo deciso di rappresentare al meglio tramite un progetto in collaborazione con il consorzio del Decumano: un calendario di cene ed incontri con la collaborazione dei ristoratori della zona, un’autentica e genuina promozione del territorio, come la “Cena a dieci mani” che si svolgerà presso il Ristorante la Crosarona il 29 Luglio.

Se siamo riusciti nell’intenzione di creare un’immagine  sincera e positiva della nostra Pro Loco, ad essere tra le migliori del territorio e proporci obbiettivi sempre più audaci è merito della sinergia tra noi e voi, perché la passione e l’entusiasmo non sarebbero bastati senza la vostra fiducia.

 

Grazie a tutti e buon divertimento.

 

Lorenzo Michielan

 


PARLANO DI NOI... DA "IL GAZZETTINO".

LA GRANDE GUERRA 14-18

Ultimo Week end, della mostra allestita in Villa Toffolo, sarà aperta fino al 4 agosto in cocomitanza con la 35^ Festa del Pomodoro.

Il ricordo del nostro passato, ha avuto un ottimo riscontro.

 

Esposto anche il ritratto di un illustre scorzettano, il Maresciallo Rizzieri Piccin.

 

 

BREVI NOTE BIBLIOGRAFICHE SU RIZZIERI PICCIN

 

Rizzieri Piccin è nato il 2 Settembre 1909 a Vittorio Veneto ed a 18 anni è entrato nell’esercito come artigliere alpino. Nella sua gagliarda gioventù è stato inviato alla scuola militare di Aosta, dove ha seguito corsi di roccia e di sci, perché era un buon atleta e ha partecipato a gare di sci a livello nazionale. Si è specializzato come artificiere e spolettatore, il che ha segnato il suo futuro. Come tecnico ad alta specializzazione è stato inviato lontano dalle sue montagne, proprio a Venezia, dov’è rimasto come specialista per tutta la guerra: era uno dei 14 artificieri che intervenivano nell’intero Veneto a dispolettare le bombe che cadevano.

Nel ’45 è stato protagonista di un atto di grande coraggio (crediamo che a buon titolo si possa chiamare eroismo) che ha salvato Mestre, è stato riportato dalla stampa di quei giorni e ripreso in ricerche sulla storia recente (il Comune ne possiede una copia).

La sua opera di artificiere è continuata fino all’ultimo giorno di servizio, quando con nostro grande sollievo, davvero per l’ultima volta, ha reso inerte un ordigno esplosivo di ormai moderna fattura.

Nel 1961 è stato insignito del titolo di Cavaliere della Repubblica.

Ha concluso la sua carriera militare nel 1971 col massimo grado, decisamente raro, di Aiutante di battaglia, e ha collezionato un notevole numero di medaglie come appare dalle sue fotografie ufficiali.

Cittadino di Scorzè fin dal 1972, è vissuto serenamente nella sua casa ed è rimasto a lungo il più anziano abitante del Comune, fino all’11 Dicembre 2009, data in cui alla ragguardevole età di 100 anni, è “andato avanti” come saggiamente dicono i suoi confratelli alpini.

  • 1
  • 2

Ricette

  • Pasticcio gratinato di Fiori Rossi di Treviso